Clifford: il Grande Cane Rosso | Amore smisurato | Recensione

clifford si sgrulla l'acqua bagnando tutti - nerdface
clifford è enorme ed è in posizione di gioco in un viale innevato - nerdface

Il voto di Nerdface:
4.0 out of 5.0 stars

Titolo originale Clifford the Big Red Dog
Lingua originale inglese
Paese Canada
USA
Anno 2021
Durata 97 minuti
Uscita 2 Dicembre 2021
Genere Commedia
Kids
Regia Walt Becker
Sceneggiatura Jay Scherick
David Ronn
Blaise Hemingway
Character design
Musiche John Debney
Produzione Paramount Pictures
Entertainment One
New Republic Pictures
Scholastic Entertainment
Kerner Entertainment Company
Distribuzione Eagle Pictures
Doppiatori originali Darby Camp
Jack Whitehall
Tony Hale
Izaac Wang
John Cleese
Russell Wong
Paul Rodriguez
Russell Peters
Sienna Guillory
Kenan Thompson
Rosie Perez
Jessica Keenan Wynn
Siobhan Fallon Hogan

Il voto di Nerdface:
4.0 out of 5.0 stars

«La magia è tutta intorno a noi»

Che il cinema abbia sfornato innumerevoli film sui cani è tra le poche certezze della vita. Io & Marley, Hachiko, Beethoven sono cult di genere e nel cuore di molti spettatori: ma cosa succede se il nuovo simbolo dell’amore a quattro zampe è un cucciolone di labrador gigante e di colore rosso? È arrivato nelle sale italiane il 2 Dicembre con Eagle Pictures Clifford: il Grande Cane Rosso, film diretto da Walt Becker e ispirato alla omonima serie TV animata, tratta da una collana per ragazzi.

Un colore insolito

Il film, ambientato a New York, narra la storia di due anime apparentemente perse, destinate a incontrarsi per aiutarsi a vicenda. Si tratta di una bambina dai capelli rossi e gli occhi vispi di nome Emily (Darby Camp) e di un cucciolo di labrador orfano della sua famiglia, dall’insolito colore rosso.

la giovane protagonista si porta il cucciolo di clifford e le loro teste si toccano mentre netrambi chiudono gli occhi - nerdface

Emily è un’allegra ragazzina di 12 anni e vive con la mamma in un appartamento affittato da un proprietario, che proibisce a chiunque di tenere animali in casa. La giovane soffre molto la nuova scuola e subisce atti di bullismo dai suoi compagni di classe; il senso d’inadeguatezza provato nel vivere costantemente con la sensazione d’essere diversa e non accettata la porta spesso a chiudersi in se stessa e a sentirsi molto sola e insicura.

Un luogo magico

A far da spalla a questa famiglia è lo zio Casey (Jack Whiteall), illustratore trentenne dal carattere buono, ma assolutamente inaffidabile e scapestrato. Proprio a lui sarà quindi affidata Emily per qualche giorno, in attesa che sua madre (Sienna Guillory) torni da una trasferta di lavoro. Pur non scorrendo buon sangue tra i due, Emily decide di dargli una chance. Una mattina, mentre l’uomo accompagna la piccola a scuola, s’imbatte per caso in un posto tanto affascinante quanto magico: il Soccorso Animali del signor Bridwell, un signore particolare ed elegante che regala animali insoliti alle persone in difficoltà.

Un amore smisurato

Qui Emily farà inaspettatamente conoscenza col piccolo Clifford: tra i due scatta subito un legame al primo sguardo e, nonostante lo scetticismo dello zio Casey, il cucciolo rimane con la bambina. Ma c’è un elemento a sorpresa e del tutto particolare che Birdwell omette ai due: oltre al colore rosso del pelo di Clifford, quando riceve amore il cane aumenta la sua mole fino ad arrivare ai 3 metri di altezza. Ed è proprio questo a succedere con l’inevitabile serie di avventure, guai divertenti e imprevisti che mettono a soqquadro non solo l’appartamento di Emily, ma tutta la città di New York, fino ad attirare l’attenzione del villain della storia, l’ambizioso e spietato proprietario dei laboratori Lyfegro, Zac Tieran (Tony Hale).

un veterinario attonito guarda la mole gigantesca di clifford - nerdface

Saranno proprio queste peripezie i presupposti per la crescita non solo in Emily, ma di chiunque incrocerà la sua strada e quella di Clifford. Clifford: il Grande Cane Rosso è una splendida favola moderna, il perfetto film di Natale per grandi e piccini. Tratta con intelligenza, ironia e sensibilità temi delicati e attuali come il bullismo e l’inclusione, rendendo i due protagonisti simboli d’eroismo, incarnazione dei valori più puri che permettono d’affrontare la vita con coraggio: l’amore, la condivisione e l’accettazione delle proprie diversità come punto di forza, perché le «persone uniche cambiano il mondo».

Una citazione nostalgica

I più nostalgici (o stagionati) tra gli spettatori noteranno nelle diverse scene dirette con dinamismo e ritmo incalzante nel cuore di New York diverse citazioni a film del passato. Tra tutte, una in particolare ci ha riportato a Bastian e a La Storia Infinita.

clifford a malapena passa dal portone mentre esce con i suoi padroni - nerdface

Clifford: il Grande Cane Rosso cresce come il suo protagonista e non finisce mai in cliché e stereotipi. Il rapporto tra Emily e Clifford tocca le corde più profonde del nostro animo, portando lo spettatore a riflettere su quanto sia importante ed edificante non solo prendersi cura di un altro essere vivente, ma anche ridere dei propri difetti fisici, per accettarli e farli diventare il nostro punto di forza, e di come la presenza di un amico vero riesca a non far sentire piccole le persone in un mondo che corre veloce e a volte è spietato.

Condividi il post

Titolo originale Clifford the Big Red Dog
Lingua originale inglese
Paese Canada
USA
Anno 2021
Durata 97 minuti
Uscita 2 Dicembre 2021
Genere Commedia
Kids
Regia Walt Becker
Sceneggiatura Jay Scherick
David Ronn
Blaise Hemingway
Character design
Musiche John Debney
Produzione Paramount Pictures
Entertainment One
New Republic Pictures
Scholastic Entertainment
Kerner Entertainment Company
Distribuzione Eagle Pictures
Doppiatori originali Darby Camp
Jack Whitehall
Tony Hale
Izaac Wang
John Cleese
Russell Wong
Paul Rodriguez
Russell Peters
Sienna Guillory
Kenan Thompson
Rosie Perez
Jessica Keenan Wynn
Siobhan Fallon Hogan