Donnie Darko: il cult che ci condusse fino alla fine del mondo

donnie darko una ragazza e il coniglio sobno in una sala buia del cinema - nerdface

Donnie Darko

i voltio dei protagonisti compongono il volto del coniglio - nerdface

«Ci sono delle persone che nascono con la tragedia nel sangue».

Titolo originale Donnie Darko
Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 2001
Durata 113 minuti
Uscita 19 Gennaio 2001
Genere Drammatico
Fantascienza
Regia Richard Kelly
Cast Jake Gyllenhaal
Jena Malone
Drew Barrymore
Mary McDonnell
Maggie Gyllenhaal
Daveigh Chase
Holmes Osborne
Katharine Ross
Patrick Swayze
Noah Wyle
James Duval
Arthur Taxier
David St. James
Jazzie Mahannah
Jolene Purdy
Stuart Stone
Gary Lundy
Ashley Tisdale
Beth Grant
Alex Greenwald
Seth Rogen

Vestiti su misura

Certi film non si scordano mai. Conobbi Donnie Darko e me ne innamorai perdutamente una notte d’inverno di quasi quindici anni fa. Non ero più una ragazzina ma, sin dai primi fotogrammi, sentii che i sentimenti provati da quel giovane mi appartenevano e mi disorientavano alla stessa maniera.

Disagio adolescenziale

Sarà che grazie (o malgrado) la sua malattia Donnie Darko riusciva a vedere e sentire quello che molti altri nascondono in quel posto segreto che è il subconscio. Sarà per il disagio avvertito verso una società bigotta e ipocrita, intrisa di perbenismo e che esprimeva il suo verbo attraverso la voce di predicatori moralisti e conformisti, che nel privato però calavano la maschera, rivelando tutta la loro mostruosità. Sarà che Donnie Darko s’è preso carico del disagio adolescenziale che investe moltissimi suoi coetanei, alla ricerca del proprio posto nel mondo, e non ha trovato nessuno che abbia avuto il coraggio di ascoltarlo.

Middlesex

Fatto sta che, al contrario, l’unica risposta ricevuta è stata quella della società medio borghese circostante, recapitata attraverso la voce di un impostore, personificato nei panni di Jim Cunningham (Patrick Swayze), un santone moderno, maestro di vita e pedofilo. È così che la Middlesex di Donnie Darko simboleggia il luogo in cui la malattia che investe il sordo sistema educativo occidentale si sviluppa e attecchisce.

donnie darko si allontana con una ragazza - nerdface

All’alba del 2 Ottobre 1998, Donnie Darko (Jake Gyllenhaal), un adolescente affetto da schizofrenia, pedala verso casa, in pigiama, sulle note del celebre brano degli Echo and the Bunnymen, The killing moon. Durante la notte, il motore di un aeroplano è piombato proprio sulla sua camera da letto, distruggendola. A condurlo fuori dall’abitazione, salvandogli la vita, la voce tenebrosa di un coniglio antropomorfo, Frank, suo amico immaginario. Al risveglio da quell’episodio di sonnambulismo, il ragazzo s’accorge di avere una scritta sul braccio, la stessa frase che Frank continua a ripetergli insistentemente: «28 giorni, 6 ore, 42 minuti, 12 secondi. Ecco quando il mondo finirà!».

Viaggi nel tempo

Da quel momento strane coincidenze cominciano a ricucire la tela di un annunciato destino: dall’incontro con Nonna Morte, una stravagante vecchietta additata come pazza dai concittadini, al colloquio col suo professore di fisica, che gli illustra le teorie spazio-temporali e la dinamica dei viaggi nel tempo, consegnandogli un libro scritto proprio dall’anziana donna, anni addietro, La filosofia dei viaggi nel tempo.

donnie darko seduto sul cofano di una macchina guarda il cielo nuvoloso - nerdface

Donnie Darko comincia allora a interessarsi alla teoria degli universi tangenti e delle dimensioni parallele, che nel film lasciano spazio a infinite congetture che il regista non ha mai confermato. Il protagonista finisce per convincersi di poter impedire la fine del mondo. La distanza fra le sue allucinazioni e la realtà s’assottiglia sempre di più, fin quasi ad annullarsi, e il dominio di Frank sulla sua mente lo spingono pian piano al sacrificio e all’autodistruzione.

Donnie a Venezia

Donnie Darko, scritto e diretto da Richard Kelly, uscì nelle sale nel 2001 e fu presentato in Italia fuori concorso alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, nel 2004, diventando in breve un cult. La sua trama è ancora tema di dibattito fra critici e cinefili. Fra gli attori che vi hanno partecipato, spicca la presenza di Drew Barrymore, nel ruolo della professoressa Pomeroy (fra i pochissimi illuminati del corpo docente) e che figura anche come produttrice del film; tra gli altri interpreti, Jena Malone è la ragazza di Donnie e Seth Rogen è al suo debutto cinematografico.

La colonna sonora

Da sottolineare l’incredibile colonna sonora, ricca di pezzi evocativi: dalla già citata The killing moon degli Echo and the Bunnymen (e ora capirete la genialità nella scelta), proseguendo con Love will tear us apart dei Joy Division e Head over heels dei Tears For Fears, fino alla malinconica Mad world cantata da Gary Jules.

il coniglio che appare a donnie darko - nerdface

Nel 2009, al cinema, è uscito S. Darko, il film ambientato anni dopo gli eventi del primo: racconta la storia dal punto di vista della sorella minore. Il lungometraggio non ha trovato un buon riscontro nel pubblico ed è sconosciuto ai più. Per chi volesse cimentarsi nell’interpretazione della trama, il film è certamente disponibile su una delle piattaforme in streaming e non solo. Ancora oggi, ripensando a Donnie Darko, mi tornano alla mente le parole fra lui e Frank, nel cinema deserto.

«Perché indossi quello stupido costume da coniglio?»
«Perché indossi quello stupido costume da uomo?».

lo shop di nerdface

Condividi il post

Titolo originale Donnie Darko
Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 2001
Durata 113 minuti
Uscita 19 Gennaio 2001
Genere Drammatico
Fantascienza
Regia Richard Kelly
Cast Jake Gyllenhaal
Jena Malone
Drew Barrymore
Mary McDonnell
Maggie Gyllenhaal
Daveigh Chase
Holmes Osborne
Katharine Ross
Patrick Swayze
Noah Wyle
James Duval
Arthur Taxier
David St. James
Jazzie Mahannah
Jolene Purdy
Stuart Stone
Gary Lundy
Ashley Tisdale
Beth Grant
Alex Greenwald
Seth Rogen