Michael Crichton: la curiosità infinita di un grande narratore

michael crichton in posa davanti uno scheletro di dinosauro - nerdface

Michael Crichton

michael crichton osserva in modo buffo un pupazzo di dinosauro - nerdface

«We all live every day in virtual environments, defined by our ideas».

Un uomo curioso

Cosa accadrebbe se Dan Brown imparasse finalmente a scrivere? Semplicemente, avremmo un nuovo Michael Crichton. Dico sul serio: sono passati ormai tanti anni dalla scomparsa dell’autore e ancora molti di noi si ritengono orfani di una figura così tecnicamente abile e, al contempo, così capace di prendere la Fantascienza e avvicinarla ai nostri tempi.

un giovane michael crichton in una buffa posa col braccio alzato - nerdface

Infatti, se date un’occhiata ai suoi romanzi, noterete la sua capacità di destreggiarsi tra temi filosofici e scientifici, con alcune imprecisioni, è vero, ma sempre assolutamente appropriate al mood della storia. Un esempio fra tutti è proprio il libro che l’ha reso famoso, grazie soprattutto alla sua trasposizione in film.

Dinosauri

Parlo ovviamente di Jurassic Park che, pur presentando alcune libertà dal libro originale, rimane una delle pellicole più amate anche da chi di scienza ne mastica un pochino. Molto si deve anche a Steven Spielberg, ovviamente, il cui merito fu soprattutto nell’aver colto il potenziale della storia scritta da Michael Crichton.

Medici

Sì, perché scrittore e regista si incontrano, ma in effetti è un meeting nel quale si parla d’altro. Nella fattispecie, di una serie televisiva a tema medico, che diventerà ER: medici in prima linea, della quale Michael Crichton è ideatore e produttore. I due parlano di dottori, ma nel discorso finisce anche l’ultimo libro al quale lo scrittore stava lavorando e che Steven Spielberg non si fa scappare, accaparrandosi i diritti in cambio di un lauto compenso e di una percentuale sugli incassi.

lo shop feltrinelli dove acquistare il libro jurassic park - nerdface

Entrambi i titoli sono di grande fascino e sicuramente hanno fatto scattare qualcosa anche nei più disattenti di voi, ma non sono i soli incontri che lo scrittore ha col cinema. Infatti, per molti il primo incontro con Michael Crichton fu, quasi sicuramente, nelle sue vesti da regista. È lo scrittore, infatti, dietro la macchina da presa del cult fantascientifico Il mondo dei robot del 1973, in cui si narra di come tutto possa andare storto in un parco di divertimenti ultra tecnologico e ben prima che il T-Rex scorrazzasse a Isla Nublar.

E robot

Da quel film è stata tratta anche la recente Westworld, serie che ha spopolato e sulla quale lo stesso Michael Crichton stava lavorando, ma in versione cinematografica, prima che un tumore lo portasse via.

michael crichton ha un'aria sognante - nerdface

In generale, si può davvero dire che la scrittura di Michael Crichton fosse già una sorta di sceneggiatura. Tutti i suoi romanzi hanno un arco temporale ben preciso e i personaggi sono rotondi quanto basta per farne dei protagonisti di tutto rispetto. Ma la caratteristica principale dei suoi libri è la capacità d’intercettare il gusto di un vasto pubblico, stuzzicandone la curiosità anche con temi non sempre di grande respiro.

Il segreto del successo

Il segreto stava nella sua sconfinata fantasia, cui Michael Crichton aggiungeva una certa preparazione scientifica. Penso ad Andromeda, uno dei suoi primi bestseller. Il romanzo è del 1969 e racconta di un agente patogeno proveniente dagli strati più alti dell’atmosfera terrestre. Portato al suolo da un satellite, uccide tutti gli abitanti di un paesino. Tutti eccetto due.

lo shop feltrinelli dove acquistare il libro andromeda - nerdface

Andromeda è accattivante e al contempo illuminato, poiché è raro veder rappresentato il pericolo alieno in maniera così diversa rispetto alle classiche invasioni: ha già tutto quanto caratterizzerà l’opera futura dello scrittore. Inutile dire che il romanzo ha una trasposizione nel 1971 e poi una serie TV del 2008 prodotta da Ridley Scott.

Altri romanzi

Stessa sorte è toccata a Il terminale uomo, Congo (con risultati un pelino meno apprezzati), Sfera e Rivelazioni. Quest’ultimo affronta il tema della molestia sessuale sul lavoro, ma a parti invertite: nel film la donna sarà interpretata da Demi Moore. Ancora, ci sono Timeline e Next, libri interessanti con una controparte cinematografica non sempre all’altezza.

michael crichton sorride a una lezione - nerdface

Insomma, a Michael Crichton dobbiamo molto per quanto riguarda una certa sensibilità sviluppata verso alcuni temi e per la sicura dedizione che lo guidava, mentre stendeva i suoi plot. Non molto era lasciato al caso, ma l’intuizione iniziale era una scintilla pura e scaturiva dal pensiero, dall’immaginazione, dal più classico dei giochi «cosa accadrebbe se…». Michael Crichton era un maestro, soprattutto nel trovare la domanda giusta, alla quale dava sempre la risposta più appropriata.

Condividi il post

Categorie