Doctor Strange | Con Benedict Cumberbatch | Recensione

Doctor Strange in primo piano mentre compie un incantesimo - nerdface
locandina ufficiale del film Doctor Strange - nerdface

Il voto di Nerdface:
4.0 out of 5.0 stars

Titolo originale Doctor Strange
Lingua originale inglese
Paese USA
Anno inglese
Durata 115 minuti
Uscita 26 Ottobre 2016
Genere Azione
Avventura
Regia Scott Derrickson
Sceneggiatura Scott Derrickson
Robert Cargill
Fotografia Ben Davis
Musiche Michael Giacchino
Produzione Marvel Studios
Distribuzione Walt Disney Studios Motion Pictures
Cast Benedict Cumberbatch
Chiwetel Ejiofor
Rachel McAdams
Benedict Wong
Michael Stuhlbarg
Benjamin Bratt
Scott Adkins
Mads Mikkelsen
Tilda Swinton

Il voto di Nerdface:
4.0 out of 5.0 stars

«Cosa c’era in quel tè?»

Il dottor Stephen Strange è un neurochirurgo eccezionale. Riesce in interventi apparentemente impossibili, anche a mano libera, e suscita l’ammirazione e l’invidia dei colleghi: pure perché, diciamolo, è piuttosto stronzetto e arrogante. Ha la battuta pronta, è bello (Benedict Cumberbatch, mica robetta) e ha una liason con una collega (Rachel McAdams). È anche ricco sfondato: invece della staffa sulla quale poggiare le cravatte da scegliere in abbinamento al completo firmato, il nostro apre un cassettone dove sono ordinatamente disposti una serie di costosissimi orologi da polso. Vive in un loft con vista mozzafiato e, quando vuole fare un giro, sfodera dal garage la sua Lamborghini.

L’incidente

Ma non si può avere tutto e, infatti, la guida non è proprio il suo forte: per un banale sorpasso, perde il controllo del veicolo e si frantuma insieme alla sua auto in un dirupo. Incredibilmente è recuperato vivo, ma le sue condizioni sono critiche; soprattutto, le sue mani risultano lesionate in modo irreparabile. Non potrà più operare. È la fine. Inizia così un’ossessiva ricerca di cure e metodi in grado di farlo tornare il fico di una volta, ma tutto è inutile. Perde i soldi e pure la sua relazione; disperato, finisce per ritrovarsi a Katmandu, alla ricerca di un misterioso santone, chiamato l’Antico.

Stephen Strange barbuto in mezzo alla folla - nerdface

Una volta ritrovato, non solo scoprirà trattarsi di una lei (Tilda Swinton), ma faticosamente sarà introdotto allo studio delle arti magiche. Sarà un allievo vorace e pieno di talento, farà amicizia con alcuni colleghi di rango più avanzato, come Karl Mordo (Chiwetel Ejiofor), violerà diverse regole interne ma sarà comunque messo a parte dei segreti del misticismo e dei santuari posti a protezione della Terra, contro la Dimensione Oscura, al cui comando c’è il terribile e spietato Dormammu. Inutile dire che un gruppetto di discepoli, capitanato dall’affilato Mads Mikkelsen, carpirà alcuni testi proibiti, proprio per richiamare la nemesi sul nostro pianeta: otterrà nuovi poteri e un trucco facciale che sembra un epic fail di Clio Make Up, ma d’altronde ogni cosa ha un prezzo da pagare. Da qui la trama si dipana, in uno scontro che renderà il neurochirurgo di un tempo l’adorato stregone di oggi.

Impatto visivo

Prendete il meglio in fatto d’impatto visivo e concentratelo in un unico film: eccovi servito Doctor Strange. Il consiglio è di vederlo in 3D e possibilmente su schermi esagerati e con impianto audio da far tremare le poltrone sotto i vostri sederi. Già la prima sequenza svela la differenza di questo nuovo capitolo del Marvel Cinematic Universe rispetto a qualsiasi altro uscito prima. C’è Inception, ma portato al parossismo e al paradosso; c’è Interstellar, ma privo di pipponi filosofici e strafalcioni scientifici; troverete anche Matrix e molti action movie di arti marziali provenienti da Oriente. Tutto questo si sposa perfettamente con i cliché cui Marvel ci ha abituato da tempo, ma fortunatamente tutte le gag e le battute sono intelligenti e inserite nei momenti giusti della trama. A questo, però, si sommano altri elementi molto interessanti.

Doctor Strange compie un incantesimo - nerdface

In Doctor Strange, infatti, troverete anche caratteristiche di sceneggiatura proprie degli anni ’80: penso a Ghostbusters, in cui il «mai incrociare i flussi» diventa la sola soluzione per cavare d’impaccio i protagonisti, mostrando come violare le regole sia una strada spesso auspicabile e necessaria, un tratto di stile. C’è anche la commedia, come quella di Ralph Supermaxieroe, il telefilm sul supereroe pasticcione, incapace di controllare il suo costume: quando Stephen Strange entrerà in possesso del mantello, non solo inizieranno le sequenze più divertenti del film, ma avremo un vero e proprio personaggio nuovo, da amare.

Perfetto nel ruolo

Benedict Cumberbatch è perfetto nel ruolo e in tanti momenti si ha la sensazione che sia proprio il Doctor Strange, appena uscito dal comic e finito su grande schermo, non che lo interpreti. Merito è anche del lavoro d’adattamento di un personaggio meno noto al grande pubblico, eppure così apprezzato da chi invece segue i vari universi narrativi Marvel: è fatto molto bene, è accurato nonostante alcune piccole discrepanze.

Doctor Strange di spalle - nerdface

Costumi, look complessivo, magie e atteggiamento: ogni cosa trova la giusta collocazione e probabilmente catapulterà lo stregone tra i personaggi preferiti in assoluto. Ultima avvertenza: alla fine di Doctor Strange restate seduti fino alla fine dei titoli, perché le scene segrete sono ben due.

Condividi il post

Titolo originale Doctor Strange
Lingua originale inglese
Paese USA
Anno inglese
Durata 115 minuti
Uscita 26 Ottobre 2016
Genere Azione
Avventura
Regia Scott Derrickson
Sceneggiatura Scott Derrickson
Robert Cargill
Fotografia Ben Davis
Musiche Michael Giacchino
Produzione Marvel Studios
Distribuzione Walt Disney Studios Motion Pictures
Cast Benedict Cumberbatch
Chiwetel Ejiofor
Rachel McAdams
Benedict Wong
Michael Stuhlbarg
Benjamin Bratt
Scott Adkins
Mads Mikkelsen
Tilda Swinton