Inception: quando sogno e realtà danzarono su un trottola

la trottola gira nel finale di inception - nerdface

Inception

«È disposto a fare un atto di fede?».

Titolo originale Inception
Lingua originale inglese
Paese Regno Unito
USA
Anno 2010
Durata 148 minuti
Data d’uscita 14 Luglio 2000
Genere Fantascienza
Regia Christopher Nolan
Uscita italiana 24 Settembre 2010
Cast Leonardo DiCaprio
Joseph Gordon-Levitt
Elliot Page
Ken Watanabe
Marion Cotillard
Tom Hardy
Dileep Rao
Cillian Murphy
Tom Berenger
Pete Postlethwaite
Michael Caine
Lukas Haas

Un ultimo giro di trottola

Strana cosa la mente umana. Così stratificata e così complessa nel suo funzionamento non del tutto evidente a chi lo studia, figuriamoci a noi che ci limitiamo a trasportarla come un passeggero. Un’ospite che, però, comanda su tutto e, anzi, quando dormiamo, nei sogni si rivela anarchica e a volte decisamente fuori controllo. Non credo esista una linea più diretta col nostro inconscio del sogno e se, riuscissimo sempre a capirne il linguaggio, riusciremmo probabilmente a migliorare di molto le nostre vite, agendo direttamente sugli irrisolti accumulati nel corso degli anni.

Un sogno…

Secondo gli sciamani Yaqui, il sogno era il portale verso un altro mondo, dominato da creature misteriose e potenti e dal quale dovevamo guardarci con attenzione. Non credo che la loro interpretazione sia poi così lontana dalla realtà. Il sogno è un luogo fuori dal tempo e dallo spazio, l’unico dove parliamo a noi stessi senza convenzioni sociali e nel quale, quindi, possiamo permetterci la più grande sincerità, dando sfogo a desideri inconfessabili.

… nel cassetto

Al pari di tutti noi, anche il regista Christopher Nolan fu affascinato dalla tematica del sogno, fin dagli inizi dei 2000. Iniziò a lavorare a uno script che però tenne nel cassetto per una decina di anni. In nuce era il progetto che poi sarebbe diventato Inception, uno dei suoi film più riusciti. Il tema alla base è parecchio interessante e parte dalla semplice domanda: cosa accadrebbe se qualcuno potesse entrare nei nostri sogni e parlare direttamente al nostro subconscio?

i protagonisti di inception guardano il mondo piegarsi su se stesso - nerdface

Secondo Christopher Nolan qualcuno capace delle giuste mosse potrebbe istillarci idee che non pensavamo d’avere, ma che accetteremmo seppur ignoriamo da dove diavolo provengano.

Instillare un’idea

Parte da qui la trama di Inception, con un gruppo di persone pagato per entrare nei sogni degli obiettivi, per carpirne i segreti o per instillare un’idea in grado di modificarne le scelte future. In questo caso, si tratta del giovane erede di un impero finanziario, che i diretti concorrenti vorrebbero sia diviso e indebolito. Inception muove i primi passi ripercorrendo i classici film sulle rapine, un Italian’s job onirico nel quale la squadra messa insieme dal protagonista estrattore Dominic Cobb (Leonardo DiCaprio) dovrà affrontare diverse complicazioni e, ovviamente, sarà coinvolto su un livello molto più personale e profondo.

Escher

È, però, nello svolgimento della trama che Christopher Nolan osa di più dando libero sfogo alla sua fantasia, giocando coi sogni (e i sogni nei sogni), pur rimanendo ancorato a una sorta di realismo, cui fa da contraltare un comparto visivo ricco di scenografie paradossali di geometria non euclidea, che rimandano ai classici disegni di Escher e che, probabilmente, ispireranno diversi anni dopo alcune scene del film Marvel Doctor Strange, ma che noi nerd più stagionati avevamo già assaporato in Labyrinth.

leonardo dicaprio osserva la trottola girare nel celebre finale di inception - nerdface

Anche il cast si rivela all’altezza delle aspettative: soprattutto Leonardo DiCaprio s’esprime a livelli altissimi e Christopher Nolan non smetterà mai di lodarne le doti durante la promozione del film. Da segnalare anche un Elliot Page in grande forma, come pure Tom Hardy e Joseph Gordon-Levitt. Ovviamente, alla sua uscita seguita da una campagna pubblicitaria volutamente criptica, Inception fa il botto nelle sale, arrivando a incassare più di 800 milioni di dollari in tutto il mondo.

I premi Oscar

Anche agli Oscar ottiene un risultato discreto, portando a casa 4 statuette dorate, per Fotografia, Effetti Speciali, Sonoro e Montaggio Sonoro, pur avendo guadagnato nomination anche nelle categorie più blasonate. A un comparto visivo così maestoso, fa da giusta cornice la colonna sonora firmata da Hans Zimmer, divenuta celebre e di riferimento.

Il finale aperto

Invecchiato benissimo, Inception è giustamente considerato un cult e uno dei film di Christopher Nolan più belli. Il regista, dal canto suo, s’è divertito nello scrivere un finale che ancora oggi non smette di far discutere, dividendo i fan sulle due interpretazioni possibili e che ho voluto richiamare nel titolo di questo articolo. Onirico ma non soporifero, Inception convinse tutti fin da subito e, come quasi tutte le pellicole del regista, a una seconda e terza visione la comprensione degli avvenimenti aumenta, aggiungendo alla trama strati su strati. Mettetevi comodi, dunque, e iniziate a sognare.

lo shop di nerdface

Condividi il post

Titolo originale Inception
Lingua originale inglese
Paese Regno Unito
USA
Anno 2010
Durata 148 minuti
Data d’uscita 14 Luglio 2000
Genere Fantascienza
Regia Christopher Nolan
Uscita italiana 24 Settembre 2010
Cast Leonardo DiCaprio
Joseph Gordon-Levitt
Elliot Page
Ken Watanabe
Marion Cotillard
Tom Hardy
Dileep Rao
Cillian Murphy
Tom Berenger
Pete Postlethwaite
Michael Caine
Lukas Haas