Spider-Man: no way home | About a boy | Recensione

spider-man di spalle sembra sconsolato mentre guarda i grattacieli sui quali è proiettata la sua vera identità - nerdface
il manifesto mostra strange e spider-man minacciati dai tentacoli di octopus - nerdface

Il voto di Nerdface:
5.0 out of 5.0 stars

Titolo originale Spider-Man: No Way Home
Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 2021
Durata 148 minuti
Uscita 15 Dicembre 2021
Genere Supereroi
Regia Jon Watts
Sceneggiatura Chris McKenna
Erik Sommers
Fotografia Mauro Fiore
Musiche Michael Giacchino
Produzione Marvel Studios
Columbia Pictures
Pascal Pictures
Distribuzione Warner Bros. Entertainment Italia
Cast Tom Holland
Zendaya
Benedict Cumberbatch
Jacob Batalon
Jon Favreau
Marisa Tomei
J.B. Smoove
Martin Starr
Benedict Wong
Jamie Foxx
Alfred Molina
Willem Dafoe
Thomas Haden Church
Rhys Ifans

Il voto di Nerdface:
5.0 out of 5.0 stars

«If save someone, save everyone»

Succede ancora d’uscire dal cinema col cuore gonfio e gli occhi lucidi. Di tornare ragazzi, provando sulla pelle le stesse emozioni di quando, per la prima volta e a bocca aperta, vedevamo su grande schermo le avventure degli eroi che fino a quel momento avevamo solo letto tra le pagine dei fumetti, oppure immaginato. A volte, accade ancora d’assistere a un film che s’affranca da rito stanco e vuoto, per regalare invece lo stupore.

Una sfida vinta

Spider-Man: No Way Home non solo tiene fede al carico d’aspettative suscitate nel corso dei mesi passati e conditi da rumor e congetture, ma va oltre e sposta decisamente più in alto il livello e la qualità della costruzione del personaggio dell’Uomo Ragno all’interno dell’MCU.

No spoiler

Il film inizia esattamente laddove era finito il precedente capitolo, con Mysterio a svelare l’identità di Spider-Man, raccontando che sotto il costume si nascondeva il timido e impacciato Peter Parker, la cui vita da quel momento diviene un inferno.

spider-man si tiene la testa: ha appena saputo che la sua identità è stata svelata - nerdface

Braccato da giornalisti e semplici curiosi, divisi tra colpevolisti e innocentisti circa il presunto omicidio dello stesso Mysterio, Peter Parker ricorrerà all’aiuto del Doctor Strange per sistemare le cose, in particolar per il senso di colpa provato nell’aver rovinato l’esistenza anche delle persone a lui più care. L’incantesimo lanciato dal mago per cancellare dalla memoria del mondo l’identità di Spider-Man, però, non andrà a buon fine.

Benvenuto Multiverso

Così, dal Multiverso saranno attirati nel mondo di Peter Parker numerosi avversari di altre dimensioni, che ben conosciamo per averli già visti nella trilogia indimenticabile di Sam Raimi e nei due Amazing Spider-Man. Fin qui non sveliamo nulla di nuovo o di diverso da quanto visto nei trailer: naturalmente, Peter Parker dovrà cercare di rispedire ai rispettivi piani dimensionali questi ospiti sgraditi e particolarmente bellicosi, cercando al contempo di gestire il suo problema d’immagine e di vita privata, ormai in pasto all’opinione pubblica.

Una giostra di emozioni

Non andremo oltre nel racconto della trama, non solo per il rispetto nutrito nei confronti dei nostri lettori ma, occorre dirlo questa volta, anche in omaggio a un film semplicemente strepitoso e che merita d’essere visto senza sapere nulla in più. Già dalle prime sequenze, infatti, Spider-Man: No Way Home mostra una cura nella regia e nei dialoghi mai vista in precedenza e si percepisce chiaramente il grande rispetto nei confronti del personaggio con cui si è costruito il film.

peter parker assiste all'incantesimo di strange - nerdface

Spider-Man: No Way Home, però, va decisamente oltre e riesce a colpire in un modo del tutto inaspettato. Lo fa schivando ogni congettura e puntando su un elemento preciso che nessuno avrebbe immaginato: il recupero e la valorizzazione della caratterizzazione originale di Spider-Man.

Un ragazzo

Giocando con la memoria collettiva di un eroe che più di altri ha saputo imporsi come patrimonio condiviso, Spider-Man: No Way Home lascia alle spalle ogni epica passata in favore del lato vulnerabile, umano e fragile dell’eroe. Consegna al pubblico un ragazzo.

Bentornato Uomo Ragno!

Nel farlo, Spider-Man: No Way Home omaggia in modo intelligente e carico d’amore una tradizione pluridecennale e prosegue gli archi narrativi di tutti i personaggi in modo coerente, dosando in modo praticamente perfetto ogni momento. Un film incredibile, insomma, un’operazione che a memoria non ha precedenti ed è ricca di cuore. Riderete, piangerete e vi emozionerete: bentornato Uomo Ragno.

Il disegno in esclusiva per Nerdface realizzato da David Messina

tom holland è ritratto da david messina mentre proietta la sua ombra a forma di spider-man sul muro - nerdface

Condividi il post

Titolo originale Spider-Man: No Way Home
Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 2021
Durata 148 minuti
Uscita 15 Dicembre 2021
Genere Supereroi
Regia Jon Watts
Sceneggiatura Chris McKenna
Erik Sommers
Fotografia Mauro Fiore
Musiche Michael Giacchino
Produzione Marvel Studios
Columbia Pictures
Pascal Pictures
Distribuzione Warner Bros. Entertainment Italia
Cast Tom Holland
Zendaya
Benedict Cumberbatch
Jacob Batalon
Jon Favreau
Marisa Tomei
J.B. Smoove
Martin Starr
Benedict Wong
Jamie Foxx
Alfred Molina
Willem Dafoe
Thomas Haden Church
Rhys Ifans