Koseidon: gli orgasmi da sequenza rambada di un tokusatsu

il cavaliere del tempo punta l'arma contro un nemico in koseidon - nerdface

Koseidon

il cavaliere del tempo in latex rosso di koseidon - nerdface

«Questa è la storia di quel pugno di uomini e di donne e di come essi rischiarono la vita per difendere la Terra dall’invasione Godomesu».

Titolo originale 恐竜戦隊コセイドンを聞いた
Lingua originale giapponese
Paese Giappone
Anno 1978-1979
Stagioni 2
Episodi 52
Genere Tokusatsu
Uscita italiana 1981

Rambada!

Il termine «tokusatsu», fusione delle parole tokushu (speciale) e satsuei (fotografia), in Giappone non è usato solamente per indicare gli effetti speciali, quanto per definire la sconfinata e gloriosa tradizione cinematografica e televisiva del fantavventurhorror nipponico, da Gojira in poi. E la serie Kyôryû sentai Koseidon, sfornata nel 1978 dalla Tsuburaya Productions, casa fondata, guarda un po’, da Eiji Tsuburaya, «Dio del Tokusatsu» e papà degli effetti speciali del primo Gojira, racchiude in sé tutti i fondamentali del genere, nessuno escluso.

La trama

Siamo nel 2001 e la Terra, rigorosamente riprodotta con pregevoli foreste di muschio ed edifici di cartone, è sconvolta da catastrofici mutamenti climatici, che culminano nel congelamento di una pagoda, seguito da esplosioni a catena di tutto il presepio. Il mondo è in pericolo, ma un sofisticato cervello elettronico, battezzato la Madre del Tempo, vigila costantemente ed è pronto a inviare speciali squadre di Guardiani del Tempo ad analizzare e correggere eventuali anomalie.

I protagonisti

È qui che, in una sequenza degna del miglior A-Team, conosciamo Go, Tetsu, Urara, Mari, Tori (sensazionale gestore della linea comica) e il Capitano Tetsu il quale, con una mimica da Molleggiato e uno stratosferico baffetto da sparviero, vola spanne sopra tutti gli altri. Indossata un’uniforme a metà tra meccanico della Ferrari e Legione Straniera, la nostra Supa Sentai (Squadra Speciale) monta a bordo, appunto, del Koseidon e parte per il Monte Fuji di 70 milioni di anni fa.

la nave del tempo koseidon - nerdface

Qui, in una Preistoria di fil di ferro e muschio sintetico, solcata e devastata da astronavi aliene fatte con pezzi di biciclette e lavatrici, ingaggia una battaglia senza esclusione di colpi contro i terribili Godomesu, alieni verdognoli di natura vegetale i quali, giunti sul nostro pianeta mentre inseguono la biondissima Principessa del Pianeta Teresa (sic) e il suo petulante e tremendamente anni ’50 assistente robot di nome Robot, hanno deciso di fare una sosta, per succhiare tutte le energie della nostra amata Terra.

Tokusatsu in tutte le salse

Il Tokusatsu è impiegato e declinato in tutte le salse. Abbiamo modellini dettagliatissimi di veicoli trasformabili, componibili e illuminati a festa, che nulla hanno da invidiare agli statunitensi Thunderbirds; ci sono dinosauri urlanti, alieni malefici, ma goffi, e mostri che fanno la felicità del pubblico, dei fabbricanti di gommapiuma e degli improbabili coreografi della TV giapponese; si dipana una pioggia di raggi laser a stagliarsi multicolore e ad annunciare l’esplosione d’ogni singolo petardo (e non sono pochi).

Le sequenze rambada

Il tutto è poi condito da una quantità massiccia, esagerata, di cosiddette sequenze rambada, ovvero di quei momenti, ripetuti al climax d’ogni episodio, in cui parte una musica inconfondibile e la Supa Sentai cala l’asso: si fanno uscire i veicoli speciali, si combinano o scompongono in qualcosa di più letale, parte la vestizione o la metamorfosi dell’eroe, insomma, ci si prepara a darle di santa ragione ai cattivi. Ci serve altro? Non ne abbiamo abbastanza? Ce l’abbiamo!

il cavaliere del tempo sferra un calcio a un dinosauro vestito da samurai: anche questo poteva accadere in koseidon - nerdface

Fin dal primo episodio e senza troppi preamboli, Go, l’eroico belloccio più fico del bigonzo, si fa carico dell’ennesimo cliché e si trasforma nell’invincibile e pacchiano (tuta, stivali e casco rossi fuoco) Cavaliere del Tempo. Si fa sparare con tutto il sedile (e una cospicua dose di laser) dal veicolo di turno e sfonda di botte e fendenti i malcapitati Godomesu. Notevole la sciabola di plastica argentata. Alle brutte, è anche capace di fermare il tempo per la bellezza di 30 secondi.

lo shop di nerdface

Considerato che Koseidon si componeva di 2 stagioni di 26 episodi ciascuna, che la sigla italiana è firmata dai Superobots e parte con un riff clamoroso e che per ogni episodio sono presenti almeno un paio di queste emblematiche scene stereotipate, è un trionfo per tutti quanti, come chi scrive, hanno passato una buona fetta degli anni ’80 davanti a un televisore, in cerca di orgasmi da sequenza rambada.

La sigla di Koseidon

YouTube video

Condividi il post

Titolo originale 恐竜戦隊コセイドンを聞いた
Lingua originale giapponese
Paese Giappone
Anno 1978-1979
Stagioni 2
Episodi 52
Genere Tokusatsu
Uscita italiana 1981