Michael Keaton: le tante maschere di un grande attore

un curioso ritratto di michael keaton in bianco e nero mentre si copre metà volto col bavero del cappotto - nerdface

Michael Keaton

un bellissimo ritratto di michael keaton in bianco e nero mostra l'attore coprire metà del volto con una piuma nera - nerdface

«If I didn’t do Batman, Birdman wouldn’t have happened».

Grandi attese

La carriera di Michael Keaton praticamente sboccia alla fine degli anni ’80, cioè dopo che Tim Burton lo coinvolge in due progetti di quelli che restano nella mente. Non solo: in questi ultimi tempi stiamo assistendo a una seconda fioritura, visto il coinvolgimento dell’attore in alcuni dei film più attesi dei prossimi anni.

Una carriera in costume

Così è possibile definire il percorso artistico di Michael Keaton, pur peccando di sintesi. È indubbio, però, che alcuni tra i suoi film migliori li abbia recitati indossando una maschera. Vediamo quali, nella mia modesta opinione.

Beetlejuice

michael keaton è beetlejuice, capelli verdi sparati sulla testa, sguardo spiritato - nerdface

Nel 1988 Tim Burton porta sullo schermo una commedia atipica, con protagonisti Wynona Rider, Geena Davis, Alec Baldwin e, ovviamente, Michael Keaton. Quest’ultimo, appositamente truccato, interpreta il grottesco Beetlejuice. Il film diventa un successo, ancora oggi riconosciuto come uno dei migliori del regista.

Maledetti titolisti

Anche in Italia riscuote un ottimo risultato, pur se arrivato col sottotitolo ammiccante di Spiritello Porcello, come si trattasse di una commedia sexy all’italiana. Beetlejuice si becca l’Oscar per il trucco e oggi c’è chi vorrebbe un seguito. Io no.

Batmans

michael keaton è nel pesante costume di batman in uno dei film di tim burton - nerdface

Appena un anno dopo il successo di Beetlejuice, sempre Tim Burton richiama Michael Keaton, per fargli vestire i panni di Bruce Wayne, nel suo Batman. Inutile, credo, parlare di quel film, ancora oggi uno dei migliori cinecomic ante litteram, soprattutto per l’interpretazione del Joker di Jack Nicholson.

Due film indimenticabili

Quello di Tim Burton è forse il miglior Batman portato sullo schermo: gotico, oscuro, spietato. Avrà un seguito pure migliore, con Batman: il Ritorno, capace di donarci un meraviglioso Pinguino interpretato da Danny DeVito e un’ancora più meravigliosa Cat Woman dalle forme di Michelle Pfeiffer.

Adorabili cattivi

I film di Burton spiccano per i nemici: il regista aveva capito quanto fossero importanti, probabilmente i personaggi più interessanti delle storie di Batman. E su di essi il regista indugiò, giustamente. Michael Keaton, invece, è sotto il pesantissimo e ingombrante costume dell’Uomo Pipistrello: si staglia sulla scena con la mobilità di una betoniera, eppure tutto funziona alla perfezione. Non ci resta che aspettare il 2022, anno nel quale l’attore tornerà dietro la maschera, nel prossimo The Flash.

Uomini uccello

Accorpo in questo paragrafo due interpretazioni assolutamente distanti, in altrettanti film incomparabili. È curioso come Michael Keaton abbia interpretato due uomini uccello, a distanza di pochi anni.

michael keaton cammina per strada perseguitato dal personaggio birdman che ha interpretato e vola sopra la sua testa - nerdface

Il primo è Birdman e, a dispetto del titolo, non è un cinecomic. Michael Keaton interpreta Riggan Thomson, attore ormai in declino che ha basato la sua carriera sull’interpretazione dei film del supereroe fittizio Birdman.

Fantasmi del passato

Cercando di togliersi di dosso l’ingombrante costume per rilanciare la sua carriera d’attore, Thomson mette su una pièce teatrale, ma si scontrerà costantemente coi fantasmi del suo passato. Firmato da Inarritu, Birdman fa incetta di Oscar e riscuote un ottimo successo di pubblico e critica. Si segnalano nel cast anche i bravissimi Edward Norton ed Emma Stone.

michael keaton è sotto l'armatura dell'avvoltoio, mentre sta per atterrare planando - nerdface

Diversa, ma di comune successo, è l’interpretazione di Michael Keaton in Spiderman: Homecoming. Niente trucco pesante, ma solo una più semplice armatura dotata di ali, stavolta, il minimo necessario per interpretare l’Avvoltoio.

È tempo di villain

Dare un volto a uno dei più celebri nemici dell’Arrampicamuri non era facile, ma la considero una missione compiuta. Michael Keaton è un ottimo villain, di grande profondità, ancor più pauroso quando fronteggia Peter Parker senza alcuna maschera o gadget.

No Way Home

È da poco arrivato il primo trailer di Spiderman: No Way Home e, inutile dirlo, sto fortemente sperando nel ritorno di Michael Keaton come Avvoltoio, nella formazione dei Sinistri Sei che il filmato sembra suggerire come antagonisti. L’enorme riserbo della Marvel sul film sta alimentando queste speranze, ma potrebbe risultare in un effetto boomerang come è stato per WandaVision. Stay tuned, true believers.

un buffo ritratto di michael keaton in smoking, mentre guarda un golden globe - nerdface

Interpretazione di cinecomic a parte, Michael Keaton ha al suo attivo parecchi ruoli in commedie romantiche, in film drammatici (uno per tutti, My Life) e perfino come doppiatore, in film come Toy Story 3, e videogiochi, come Call of Duty: Black Ops 2.

La perfezione del numero 4

Una carriera di tutto rispetto, la sua, caduta nel dimenticatoio per un periodo e che da qualche tempo, per fortuna, è nuovamente in ascesa, come merita questo grande attore. Ci ha donato moltissimi momenti di divertimento e mi preme raccomandarne due: Quattro Pazzi in Libertà e Mi sdoppio in quattro, commedie leggere e perfette in questo periodo di fine estate.

Condividi il post